TERENCE BLANCHARD
Web Facebook Twitter

TERENCE BLANCHARD

Agente esclusivo Antonello Vitale: antonello@antonellovitale.it

Dopo aver ascoltato  ”Breathless”, il nuovo cd di Terence Blanchard uscito il  26 maggio 2015 per l’etichetta Blue Note, molti critici e giornalisti statunitensi hanno fatto un raffronto con “Bitches Brew” e  pronosticato per l’album un futuro da pietra miliare. In effetti la presenza di Davis si sente ma il cd spazia molto e in modo personale nel mondo della fusion e del R&B e un altro riferimento abbastanza evidente sono agli Head Hunters di Herbie Hancock. Si può parlare di un’ispirazione che nasce dai capolavori di quegli anni e sfocia in una rilettura molto attuale di quella musica. L’intenzione di Blanchard era chiaramente quella di esplorare il periodo del jazz che si sviluppa in un vero filone a partire da “In a Silent Way”, “Nefertiti” e Bitches Brew senza tuttavia tralasciare il motore di tale novità, cioè il R&B. Tuttavia egli stesso non sapeva che musica sarebbe venuta fuori poiché, a parte il roccioso e versatile Donald Ramsey, i suoi compagni di viaggio sono dei giovani di grande talento che hanno conferito una grande freschezza a tutto il materiale con un approccio e un sound molto attuali.